Cos’è la Pinsa


La Pinsa Romana e tutto quello che c’è da sapere

La Pinsa Romana è un prodotto gastronomico similare alla pizza per il tipo di utilizzo e consumo ma con delle differenze tecniche sostanziali nelle fasi di preparazione.

Cos’è la Pinsa RomanaDifferenze tra Pinsa e PizzaCuriosità


Perchè si chiama Pinsa?

Sapevi che Pinsa viene dal latino “Pinsere” che in italiano significa allungare – stendere?

La Storia

Quella che potremmo più giustamente chiamare “Pinsa Romana moderna” è una rivisitazione di un’antica ricetta che risale al tempo dell’ Antica Roma, rielaborata grazie a ingredienti e tecniche di lavorazione odierne.

La ricetta come idea originaria prende forma da un prodotto antico che proveniva dalle popolazioni contadine fuori le mura, le quali grazie alla macinazione di cereali (miglio, orzo e farro) e con l’aggiunta di sale ed erbe aromatiche, cucinavano queste schiacciatine o focacce.

Il termine Pinsa deriva appunto dal latino Pinsere:  allungare-schiacciare. Questa ricetta classica nel corso dei secoli ha subito diverse rivisitazioni, fino ad arrivare ai giorni nostri.

Le caratteristiche principali della Pinsa Romana sono:

  • La Forma ovale
  • La Friabilità (croccante nei bordi e morbida all’interno)
  • La Digeribilità (grazie a diverse tecniche di lievitazione-maturazione)
  • L’unico ed originale Mix di farine utilizzato: farina di frumento, farina di riso, farina di soia e pasta madre
  • La Fragranza (dovuta alle ore di maturazione e dall’utilizzo della pasta madre).

L’intuizione e la nascita della Pinsa è dettata dall’esperienza e dalla grande passione per la panificazione del tecnico pizzaiolo Corrado Di Marco (fondatore dell’omonima azienda) che crea un inedito e innovativo prodotto rivoluzionando il mondo della Pizza.

Il signor Di Marco affiancando la ricerca scientifica agli insegnamenti del nonno materno sulle antiche tecniche di panificazione riesce a comprendere e migliorare i fattori dietetici oltre che a realizzare un prodotto esclusivo ed inimitabile.

Partendo proprio dall’impasto tutte le fasi di lavorazione devono essere rispettate al dettaglio, a dimostrazione che la corretta produzione della Pinsa Romana è una vera e propria scienza.
La crescita esponenziale della Pinsa inizia a registrarsi sensibilmente circa 10 anni fa (2007), al giorno d’oggi si contano più di 5000 Pinserie in tutto il mondo e migliaia di clienti consapevoli delle caratteristiche e delle peculiarità di questo prodotto.



Oltre alla storia ci sono molte altre differenze tra la Pinsa e la Pizza, queste alcune differenze che caratterizzano la Pinsa Romana:

  • Ha una forma ovale o rettangolare
  • Per la diversa idratazione dell’impasto la Pinsa è più digeribile della Pizza
  • L’acqua che si utilizza nell’impasto è sempre fredda
  • L’impasto ha meno carboidrati e grassi
  • Frumento, soia, riso e pasta madre sono gli ingredienti alla base della ricetta

L’ingrediente principale è sicuramente la farina Pinsa Romana (di proprietà dell’azienda Di Marco). Per la Pinsa si utilizza un mix di 3 farine con l’aggiunta di pasta madre. Le proporzioni di questi ingredienti presenti nel mix sono sconosciute (segreto industriale).

La farina Pinsa Romana è composta da:

  • Frumento: Grano tenero tipo 0
  • Soia: Aiuta il fissaggio dell’impasto conferendo friabilità
  • Riso: In cottura, trattiene l’acqua e dona leggerezza
  • Pasta madre essiccata: Conferisce un’alta digeribilità al prodotto, contribuendo al processo di lievitazione e maturazione dell’impasto

La Maturazione

Molto importante è la maturazione, un processo che avviene con tempistiche direttamente proporzionali alla “forza della farina“.

Esistono in commercio farine più deboli (3-5 ore di maturazione) e quelle più forti con cui si può arrivare fino a 48 ore per ottenere una corretta maturazione della pasta.

Particolare attenzione va rivolta anche al lievito, in quanto le porzioni utilizzate sono minime: il processo di lievitazione è molto lento, parte dalle 24 fino ad arrivare alle 120 ore di prodotto tecnicamente lavorabile, il tutto rigorosamente in frigo.

Caratteristiche principali

La farina viene impastata con acqua fredda e la quantità di acqua rapportata alla farina (idratazione) arriva all’ 80%, mentre nella pizza ci aggiriamo intorno al 50%-60%.

Questa particolare differenza comporta una maggior fragranza e friabilità, proprio perchè utilizziamo meno farina nell’impasto e riduciamo considerevolmente la quantità di carboidrati, calorie e grassi presenti nel prodotto finale, rendendolo altamente digeribile.

Stiamo parlando di una farina forte e con un alto grado di assorbimento che permette la realizzazione di impasti morbidi e particolarmente idratati.

Grazie alla sua leggerezza la Pinsa Romana è particolarmente adatta a condimenti alternativi, che possono sposarsi alla perfezione con la “pasta” di questo prodotto.

La possibilità di assaporare ricette sfiziose è un sogno che diventa realtà. La varietà di sapori dal salato al dolce, dall’amaro all’aspro, sono gusti che con questo prodotto possono essere abbinati.

Nel caso in cui gli ingredienti utilizzati dovessero risultare più calorici, il tutto verrebbe bilanciato dalla leggerezza dell’impasto.

Questa peculiarità permette di aumentare la qualità percepita dai clienti e di migliorare la qualità del servizio.



Tra le tante domande e curiosità dei consumatori e operatori del settore:

Quante calorie ha il mix Pinsa Romana?

Il mix Pinsa Romana ha 343 K/cal per 100 grammi di prodotto

Quante calorie ha la Pinsa Romana?

L’impasto di Pinsa Romana ha circa il 20-30% in meno delle calorie di un normale impasto di pizza, questo è dovuto alla maggior quantità di acqua presente nell’impasto e che il mix Pinsa è in grado di assorbire.

Quali sono i principali formati della Pinsa Romana?

La Pinsa Romana viene servita principalmente in due formati:

Formato Ristorazione: Pinsa da 250 grammi – formato 35cm x 22cm ca.
Monoporzione/Street Food: Pinsa da 150 grammi – formato 22cm x 20cm ca.

Se vuoi imparare a fare la Pinsa o vuoi utilizzarla per la tua attività puoi ricevere tutte le informazioni sulle modalità e sui servizi cliccando sui pulsanti qui sotto:


Video intervista sulla storia della Pinsa realizzata da Marco Montuori a Corrado Di Marco

Sito Ufficiale azienda Di Marco

La Pinsa Oggi – Le ultime novità

La Pinsa al giorno d’oggi è un prodotto d’eccellenza che viene controllato e tutelato, può essere acquistato anche in modalità frozen e chiunque può imparare a realizzarlo tramite specifici corsi di formazione.

Il controllo di qualità nei locali avviene grazie all’Associazione Originale Pinsa Romana nata proprio con il compito di tutelare e far rispettare la qualità della Pinsa.
Le Pinserie sostengono un vero e proprio controllo di qualità e vengono giudicate dagli esperti membri dell’Associazione, in caso di esito positivo vengono certificate entrando a far parte di una ristretta cerchia di attività che realizzano la Pinsa come da protocollo.


L’azienda Di Marco oltre a produrre l’originale mix di farine da alcuni anni realizza il prodotto Pinsa Congelato/Frozen (con shelf life di 18 mesi e spedizioni in tutto il mondo).
Tutte le basi vengono rigorosamente stese a mano all’interno dei centri di produzione e lavorate con uno specifico sistema che permette al prodotto di non perdere la sua qualità rimanendo su standard alti e costanti.

Il continuo aggiornamento del prodotto Pinsa Romana dà vita ad un ciclo di perfezionamento e di sviluppo che permette di essere ai vertici in un settore di rilievo come quello del food.

Pinsa per Amatori e Privati

Dal 2018 la Pinsa Romana è diventata accessibile a tutti, anche i non professionisti potranno realizzarla a livello amatoriale. Dopo tanti anni e numerosissime richieste da parte dei clienti, il mix Pinsa Romana è aperto anche al mercato casalingo e non più al solo utilizzo professionale.

Un servizio specifico è nato per fornire il mix Pinsa e molti altri prodotti correlati a chiunque ne avesse bisogno, nessuno escluso. Questo servizio è gestito da Pinsa For You che offre appunto una vetrina di prodotti utili per realizzare la Pinsa e la Pizza a livello amatoriale.

Testi di Luca Bucciarelli

Recent Posts
Leggi 56 commenti
  • Domenico giavatto
    Rispondi

    Ho aperto da un mese un locale che la sera. Faccio focaccia rustici pizze e pinse le quali me li porta un sig qui a messina ma per me sono troppo care se lei vuole iniziare un rapporto di lavoro con me vorrei sapere il prezzo delle pinse e i tempi di consegna la ringrazio.e aspetto una sua risposta grazie

  • Marco
    Rispondi

    Salve volevo una informazione ho capito che non vendete a privati ma se trovo un mio amico con la partita Iva la posso acquistare?

    • Luca admin
      Rispondi

      Ciao Marco,
      finalmente è disponibile l’unico servizio che permette di acquistare il mix Pinsa Romana per uso casalingo puoi ordinarlo sul sito: pinsaforyou.com
      Un saluto.

      • Candelori Germano
        Rispondi

        Io ho una pizzeria a Teramo e faccio anche la pinsa ho cercato di registrarla ma non ci sono riuscito cosa devo fare?

        • Luca admin
          Rispondi

          Ciao Germano,
          per entrare nella procedura di certificazione è necessario compilare il modulo di richiesta presente nel sito ufficiale dell’Associazione: pinsaromana.org/richiesta-certificazione/
          Successivamente riceverai una mail con tutti i passaggi da seguire per sostenere il controllo qualitá.
          Spero di essere stato d’aiuto.
          Un saluto.

  • Federica
    Rispondi

    Salve. È possibile sapere il peso di una pinsa cruda e come cambia una volto cotta? Ho acquistato una pinsa e compresa di condimenti pesava sui 500g,possibile che il panetto di partenza fosse grande? Grazie

    • Luca admin
      Rispondi

      Ciao Federica,
      le Pinse in genere sono da 150 grammi formato monoporzione (street food) e 250 grammi formato standard per servizio a tavolo.
      In entrambi i casi si parla del solo peso della base.
      Saluti.

  • roberto marra
    Rispondi

    buongiorno signori.
    Ho assaporato la prelibatezza della pinsa romana, favolosa!
    Chiedevo: ma se vengo ad acquistare un sacco di farina per pinsa mi fate problemi?
    In attesa, cordialmente saluto
    a presto
    roberto marra roma

    • Luca admin
      Rispondi

      Ciao Marco,
      finalmente è disponibile l’unico servizio che permette di acquistare il mix Pinsa Romana per uso casalingo puoi ordinarlo sul sito: pinsaforyou.com
      Un saluto.

  • Enza
    Rispondi

    Salve Luca, desidero sapere per avere informazioni sui costi per aprire un’attività come si fa? Grazie

    • Luca admin
      Rispondi

      Ciao Enza,
      i primi passi sono sicuramente acquistare l’apposito mix per la Pinsa Romana e ricevere una formazione specifica sul prodotto tramite corso in sede scuola o direttamente nel tuo locale. Per tutte le altre info puoi contattarci utilizzando il modulo di contatto che trovi qui: https://www.pinsaromana.info/contattaci/

  • ROCCO
    Rispondi

    Ciao vivo a Toronto e sono proprietario di una Trattoria Pizzeria e mi piacerebbe introdurre la Pinsa Romana, come posso avere informazioni.

    Grazie

    Rocco

    • Luca admin
      Rispondi

      Ciao Rocco,
      puoi ordinare la farina Pinsa Romana dall’azienda Di Marco e chiedere eventualmente una formazione sul posto per la realizzazione del prodotto.Per avere tutte le info specifiche inviaci una mail a:
      info(at)pinsaromana.info o utilizza il modulo di contatto presente nella pagina contatti del sito 😉

  • Francesco
    Rispondi

    Salve sig. Luca admin desideravo sapere se in provincia di messina o messina ci sono rivenditori che vendono le farine pinsa grazie

    • Luca admin
      Rispondi

      Ciao Francesco,

      per questo tipo di informazioni puoi contattare direttamente l’azienda Di Marco a questa mail: info@pizzasnella.it
      A presto!

  • Andrea
    Rispondi

    Buongiorno Luca io sono un cuoco e sto per cominciare a lavorare in una nuova pinseria e io ed il titolare ci stiamo domandando a che cosa possiamo affiancare la pinsa. Io pensavo a pasta, stuzzicherie o carne e pesce alla griglia. Tu cosa mi consiglieresti?

    • Luca admin
      Rispondi

      Ciao Andrea,

      ti consiglio di fare un piccolo studio di mercato sui locali presenti nella zona in cui aprirai, in questo modo potrai scegliere al meglio la tipologia di prodotti da servire per differenziarti dagli altri e fornire un servizio originale.
      Sicuramente con la Pinsa sei già un passo avanti 🙂

      Per qualsiasi cosa a disposizione, a presto!

      • Andrea
        Rispondi

        Buongiorno Luca, grazie di avermi risposto. La pinseria sorgerà in un centro storico con 2 parcheggi a circa 100m dal locale. Sarebbe il primo locale nel raggio di circa 2 km ed i pochi locali in zona sono pizze al taglio e ristoranti di target medio. Non è un punto di passaggio quindi dovranno venire da noi apposta

  • marina
    Rispondi

    Buongiorno, mio marito ed un amico hanno rilevato da poco un ristorante, pinseria. io non so se i vecchi proprietari lo hanno chiesto ma volevamo mettere il locale in evidenza per la pinsa. come possiamo fare ?

  • marika
    Rispondi

    Salve, potreste dirmi quante calorie ci sono in un etto di Pinsa? sono equivalenti a quelle di una classica pizza?

    • Luca admin
      Rispondi

      Salve sig.ra Marika, le calorie presenti in 100 grammi di impasto per Pinsa Romana sono solamente 180. Nell’impasto per la normale pizza le calorie oscillano tra 220 e 250.
      Un saluto

  • giuseppe sabatino
    Rispondi

    ciao Luca ..sono un vecchio pizzzaiolo di Gragnano..vivo in Brasile..vorrei aprire una pinseria qui…mi dareste qualche supporto?

    • Luca admin
      Rispondi

      Salve sig. Giuseppe può ottenere tutto il supporto che lei richiede da Pinsa School che realizza consulenza e formazione sul posto.
      Un consulente verrà nella sua pinseria e si occuperà di istruire il personale sulla lavorazione della Pinsa Romana e di ottimizzare il processo produttivo nel locale.
      Può ottenere ulteriori informazioni a questo link: http://www.pinsaschool.com/consulenza-e-avviamento-ristorazione/
      Un saluto

  • Antonio
    Rispondi

    Salve sono Antonio, mi piace molto la pinsa, vorrei aprire un locale a Napoli e fare la pinsa…potrebbe funzionare?

    • Luca admin
      Rispondi

      Salve Antonio, possiamo dirle che sicuramente realizzando una Pinsa come da protocollo potrà ottenere successo molto facilmente anche in una città come Napoli che ha la storica tradizione della Pizza Napoletana. Inoltre potrebbe essere una buona occasione per differenziarsi.

  • Andrea
    Rispondi

    Salve. Sono interessato a conoscere se gli ingredienti soia, farina di riso e farina di frumento che utilizzate per l’impasto sono OGM FREE.
    Grazie. Nota: per favore se possibile rispondetemi alla mia mail privata oltre che a lasciare il commento su questo sito grazie

    • Luca admin
      Rispondi

      Salve Andrea ti confermiamo che le farine utilizzate per realizzare il mix per la Pinsa Romana sono tutte OGM Free.
      A presto.

  • Battista
    Rispondi

    Vorrei conoscere pizzeria-ristoranti che offrono la pinsa ,area Torino Alba Pinerolo – attualmente conosco a Reggio Emilia rist pizz Aemilia

  • gianpaolo
    Rispondi

    Salve a tutti..è possibile sapere il peso della pallina per fare la pinsa??

    • Luca admin
      Rispondi

      Salve sig. Gianpaolo, una pallina di Pinsa in genere viene realizzata con una grammatura di 220/250 gr.
      Un saluto, a presto!

  • Viola B
    Rispondi

    Mangiata oggi per la prima volta. Che meraviglia! Pinseria Romana Montesacro a San Francisco.

    La pinsa conquista il mondo

    • Luca admin
      Rispondi

      Salve Viola! Ci fa molto piacere che la Pinsa riesca ad essere apprezzata come merita anche all’estero.
      Speriamo possa davvero conquistare il mondo.
      A presto!

  • Gianfranco
    Rispondi

    A saperlo prima avrei aperto una pinseria in Bangladesh ed in Cina

    • Luca admin
      Rispondi

      Ciao Gianfranco, perchè avresti dovuto saperlo prima? Secondo me sei ancora in tempo!

      Un saluto, a presto.

  • alberto
    Rispondi

    Volevo sapere come si puo prendere l’attestato e come inserire il mio locale qui sul sito

    • Luca
      Rispondi

      Ciao alberto nel menu del sito troverà la sezione inserisci la tua pinseria, qui potrà compilare il piccolo modulo per aggiungere il locale sulla mappa.
      L’attestato le verrá consegnato di conseguenza dopo aver ricontrollato l’esattezza dei dati da lei inseriti.
      Per qualsiasi dubbio non esiti a contattarci.
      A presto!

  • Erika
    Rispondi

    Buonissima!!complimenti veramente…..

  • Angelo
    Rispondi

    Quanta nostalgia, quando ero in Italia era un rito mangiarla tutti i fine settimana! C’é la possibilitá di trovarla nel sud della Florida o devo aprire una pizzeria Domus Pinsa io? Il che non sarebbe affatto una cattiva idea!

    • Luca
      Rispondi

      Ciao Angelo, la tua passione per la Pinsa ci rende molto felici.
      In Florida non è ancora arrivata ma ci metterà poco di questo passo. A meno che non voglia essere proprio tu ad aprire le danze ;).
      Quando sarai in Italia, potrai sempre consultare la nostra mappa Trova Pinserie.
      Ciao a presto.

  • Marco
    Rispondi

    Salve
    stavo valutando l’ipotesi di aprire una pinseria in provincia di Frosinone. Volevo sapere se facevate corsi visto che sono nuovo del mestiere. Saluti

  • Gianluca Piras
    Rispondi

    Ciao ragazzi, ho provato la Pinsa al ristorante Pinsa e Buoi a Roma, ma a Cagliari non dove posso mangiare di nuovo la pInsa?

    • Andrea Ariu
      Rispondi

      Ciao Gianluca…a breve avrai la possibilità di gustarla anche a Cagliari 😉

  • Andrea F.
    Rispondi

    Ma posso acquistare la farina essendo un privato?

    • admin
      Rispondi

      Ciao Andrea, mi spiace ma purtroppo la Pinsa Romana è un marchio registrato della ditta DI MARCO. L’azienda non può vendere ai privati , ma solo a rivenditori in possesso di partita iva.

      • Emiliano
        Rispondi

        Ciao ho fatto scuola con Di Marco ed ero intenzionato ad aprire una pinseria a taglio… Volevo sapere come potevo contattarlo per avere le sue farine attendo vostre notizie

        • Luca
          Rispondi

          Ciao Emiliano

          Ti giro il contatto sulla tua mail, cosi potrai contattarli.

          A presto!

    • Luca admin
      Rispondi

      Ciao Andrea, finalmente sarà possibile ordinare la farina Pinsa Romana anche per uso casalingo, puoi farlo sul sito pinsaforyou.com

  • Gianni
    Rispondi

    Buonissima!! perfino la mia ragazza che non sopporta la pizza si è resa conto di quanto è leggero l’impasto

pingbacks / trackbacks
  • Non chiamatela solo pizza, lei è la Pinsa Romana ®! - A Tavola con lo Chef

    […] e abilmente adeguati e rielaborati mediante tecniche moderne. L’esatta composizione del magico mix ideato dai Di Marco nel 2001 è coperto da segreto industriale e non facilmente riproducibile, mix che ha introdotto un nuovo […]

  • […] che la ormai famosissima “pinsa romana ®” deve il suo successo proprio a queste caratteristiche: miscela di farine diverse (Frumento, […]

  • Onde comer barato em Roma

    […] Pinsere fica próximo à estação Termini e oferece pizza ao estilo romano antigo que são chamadas de PINSA. Preço por volta de 4,5 Euros. […]

  • […] Riposati un’oretta valutiamo di restare nei paraggi del B&B per la cena (la zona è servitissima), e voglia di Pinsa…Pinsa e buoi dei…quartiere san Giovanni  Via Carlo Felice 51/53 …per chi non sapesse cosa è la pinsa https://www.pinsaromana.info/pinsa-romana-informazioni/ […]

  • Una pinsa al Vicolo 88 Garden | Le Nuove Mamme Roma

    […] a regola d’arte, serate, ma, la caratteristica che più piace a noi, come famiglia, è la PINSA ROMANA, un genere di pizza ottima, del tutto digeribile, con condimenti originali e ben cotta, fatta […]

Inserisci il tuo commento

Contattaci

Not readable? Change text. captcha txt

Start typing and press Enter to search